martedì 22 marzo 2011

002 - Le descrizioni dei membri di "Age of Rogliano"

Andiamo a conoscere un po' meglio i membri di questo folkloristico clan :)

King Green Copper:
King Green Copper non è un comandante spagnolo o britanno, ma un flusso pulsante di 140 conquistadores d'elite o di arcieri con arco lungo che vagano per la mappa alla ricerca di nemici da arare. Persino i catafratti si nascondono dietro al fieno per la paura. Più che un aggettivo per descriverlo, useremo una delle sue frasi ricorrenti quando gioca in team: "Rù, tranquillo, sto truppando" ....e d'un tratto tutte le squadre nemiche sentirono un caldo fucile o un potente arco avvicinarsi al proprio culo.

RVonFickn:
Incessante sperimentatore di popoli e tattiche creative differenti, RVonFickn gode nel rivivere il Medioevo, gli attacchi, gli stratagemmi, le sortite, cercando sempre di meritarsi il premio di player più creativo della partita. Tra le molteplici tattiche creative ideate da RVonFickn vi è la tecnica Nebula, tecnica originariamente offensiva e diventata successivamente difensiva, che permette a chi la esegue di avere qualche villico in qualsiasi anfratto della mappa, a volte persino in radure scavate tra gli alberi con simpatici onagri d'assedio. La tattica Nebula è stata però recentemente abbandonata da RVonFickn, diventando più che altro una prerogativa di Kasuro San.

Sir Negreanu:
Freddo calcolatore e abile stratega, Sir Negreanu è colui che Attila teme di più dell'allegra cricca di birbanti lannatori. Abile manovratore degli Spagnoli, curioso scopritore del popolo Unno, pericolosisssimo comandante Maya, Sir Negreanu alterna partite in team di raro splendore strategico, a termina-partita quasi simultanei causa arrivo di truppe nemiche e relativo nervosismo. E' però deciso a migliorare, per poter pugnare valorosamente ed aopravvivere ai rush iniziali di Attila e RVonFickn. Sir Negreanu è tristemente noto come "FAT32" per la sua simpatica tendenza a formattarti l'intero accampamento in 5 minuti quando è alla guida dei Maya.

Kasuro San:
Kasuro San: quando il suo nome di battaglia compare a schermo, il livello di commercio si innalza logaritmicamente. Esperto di carretti e navi da trasporto, infatti, il nostro Kasuro San organizza fruttuose rotte commerciali e rifornisce i suoi alleati (e spesso, per sbaglio, anche qualche avversario) di cornucopie trabboccanti d'oro e pietra, fin quando non arriva l'urticante Attila con tre cavalli ed una fanta a distruggerne il murato impero e a deriderlo. Appassionato di cavalleria leggera di ogni forma e colore, Kasuro San è noto per la sua espressione "Caca ussari, vai caca ussari!" e per il suo odio viscerale per il "viola", ovvero RVonFickn, che di recente, dopo una miriade di sconfitte, è riuscito finalmente a battere al grido di "Uccidi il viola, è morto il viola!".

Attila:
Attila è il fastidio fatta persona, una sangria di testicoli e ortiche, colui che già al ventesimo minuto di gioco è sotto le tue mura con dieci arcieri a cavallo, qualche tarcagno di supporto ed un paio d'arieti che ci stanno sempre bene, e sta distruggendo tutto il frutto delle fatiche dei tuoi villici. Non costruisce case il giovane robot Unno, e giunge subito e prima degli altri all'Età dei Castelli, il che gli permette di andare immediatamente a sfastidiare gli altri player, in particolare RVonFickn, a prescindere se si trovi vicino o lontano o addirittura su un altro server. Quasi sempre vincitore indiscusso nelle primissime lan, attualmente è sempre più lontano dagli originari fasti, tant'è che ha dovuto recentemente abbandonare i suoi amati Unni a favore dei Goti per poter racimolare, a fatica, qualche altra vittoria.

Totunnus:
Infidissimo generale spagnolo, pronto a qualsiasi alleanza virtuale e a qualsiasi arruffianamento reale pur di ribaltare gli assedi di Kareem, sconfiggere l'odiato RVonFickn ed entrare nei favori di Attila affinchè non lo ari, Totonnus di partita in partita ha silenziosamente carpito i segreti del gioco dagli altri player unicamente con questi obiettivi. Pur essendo un valido alleato quando gioca in team con RVonFickn, sogna scenari di morte e distruzione, ed immagina il suo trono eretto alla sommità di cumuli di cadaveri color viola.

L'Argante:
L'Argante, nominato a furor di popolo "Gran Maestro di Simpatia", è l'ultimo arrivato del clan, ma subito si è distinto per i suoi eserciti misti e ben equilibrati. L'Argante, ancora alla ricerca del suo popolo ideale, è il membro dal linguaggio più forbito del gruppo, ed è noto per i suoi continui "Bah!" che risuonano fieri durante le partite. Averlo come alleato è come aprire un mutuo a tasso variabile, non sai mai quante risorse dovrai versargli per non farlo perire. Un aneddoto che vale la pena ricordare è il seguente: una domenica è partito da Siena alle 4 di mattina pur di arrivare in tempo alla lan settimanale, guadagnandosi così il rispetto di tutti.

Kareem Grilloà:
Kareem, ultimo discendente della gloriosa casta dei Grilloa, è uno che con i cavalli ci sa fa più fare di Cicciolina. I suoi catafratti, pimpati a bestia grazie all'upgrade "Travolgi", fanno davvero brutto, e poche unità nell'intero gioco sono capaci di farli retrocedere nella loro avanzata. Kareem è solito farcirci i suoi castelli, più di come in "American Pie" il cane farcisce i bignè, e attendere al varco l'Unno sfastidiatore. Catafratti e cammelli sono il suo piacere, navi e monaci il suo dolore, mura fortificate ovunque il suo hobby, arancioni i suoi flussi di portatori di bestemmie su quattro zampe.

Orochi:
Valido alleato e pericoloso nemico se lasciato crescere, orochi, a dispetto del nome giapponese, orde trame battagliere al comando di Spagnoli e Bizantini. Meno drogato di lan rispetto agli altri, ma comunque spesso presente sul campo di gioco, orochi è un ardente fan di catafratti e conquistadores, ma non disdegna di condirne i plotoni con valorosi paladini e fastidiose bombarde. O lo si ara all'inizio o si prospetta una faticosa battaglia.

Nessun commento:

Posta un commento